lunedì 7 gennaio 2013

Pasta di Zucchero (PdZ)

Ci sono tantissime versioni diverse per la Pasta di Zucchero. Noi ci siamo trovate molto bene con questa che è definita "setosa" per la presenza di burro, che la rende più elastica e facile da lavorare.

Ingredienti:

  • 450 gr di zucchero a velo
  • 50 gr di miele
  • 6 gr di colla di pesce (3 fogli di PaneAngeli)
  • 30 ml di acqua
  • 20 gr di burro


Preparazione:

Prima di tutto spendiamo due parole per lo Zucchero a Velo
Dato che in commercio non si trova ad un prezzo veramente conveniente, noi ce lo facciamo in casa macinando il classico zucchero semolato con l'aggiunta del 3% di amido di mais (o maizena), ossia per 500 gr di zucchero semolato aggiungiamo 15 gr di maizena e poi passiamo tutto nel macina-caffè per ottenere una polvere che sia il più sottile possibile.

Quindi setacciare 450 gr di zucchero a velo in una ciotola capiente.

In un pentolino mettere in ammollo per 5 minuti  la colla di pesce spezzettata e l'acqua. Consigliamo di spezzettare la colla di pesce perché essendo l'acqua molto poca, questa operazione consente di far ammorbidire la gelatina in modo più omogeneo.

Passati i 5 minuti, mettere il pentolino sul fuoco a fiamma bassa ed aggiungere il burro ed il miele, facendo sciogliere bene il tutto. Mi raccomando, non deve arrivare mai a bollore!

Appena sciolto il composto, versarlo sullo zucchero a velo ed iniziare a mescolare con un cucchiaio, terminando di impastare con le mani appena la massa è diventata sufficientemente compatta.

Una volta ottenuto un impasto liscio ed omogeneo, chiuderlo in un sacchetto alimentare e riporlo in un contenitore ermetico o in una scatola di latta: in questo modo la pasta di zucchero si conserva per qualche mese.

Al momento di utilizzare la pasta di zucchero, se è diventata troppo dura basta riscaldarla per una decina di minuti in forno caldo a 60°C e rimaneggiarla fino a renderla di nuovo malleabile.

Durante la lavorazione, se la pasta tende a seccarsi consigliamo di ungersi le mani con il burro e maneggiarla nuovamente, mentre se si attacca occorre utilizzare lo zucchero a velo.

Per la colorazione si possono utilizzare coloranti alimentari in polvere, liquidi e in gel, che vanno aggiunti poco alla volta con l'aiuto di uno stuzzicadenti. I coloranti in gel in genere sono i migliori perché sono concentrati e non rovinano la consistenza della pasta.

Ci sembra di aver detto tutto... Buon divertimento!!!

Nessun commento:

Posta un commento